Coaching

Un allenamento per voi, fatemi sapere…

In Sardegna la stagione di vasca è praticamente conclusa, la gran parte dei nuotatori master si dedicherà alle gare in mare, in parte allenandosi ancora in piscina e il fine settimana appunto nell’acqua salata.

Quando ragiono su cosa far fare i miei atleti penso sempre ad allenamenti che possano essere flessibili e quindi dare la possibilità a tutti, a prescindere dal loro livello, di poter svolgere il lavoro stimolando i giusti metabolismi a prescindere dalla loro bravura.

Secondo il mio modesto modo di vedere e in base alle mie esperienze in acque libere cerco di proporre allenamenti che si avvicinino il più possibile alle dinamiche di gara, fatte per la maggior parte dei nuotatori open water di continui cambi di ritmo che culminano sempre nel sistema lattacido.

Una delle mie proposte in questi giorni è stata questa che segue, provatela se vi va, magari poi mi fate sapere com’è andata😜

1000 di seguito fatti così:

  • 400 iniziali
  • 300 Cambio Ritmo (25forte/25piano/50forte/50piano/75forte/75piano)
  • 200 normali
  • 100 progressione
  • 2.00” alla fine

Poi, 2 volte (o più):

  • 25 Max ogni 50”
  • 300 aerobico rip 30”
  • 25 Max ogni 50”
  • 200 soglia rip 30”
  • 25 Max ogni 50”
  • 100 B2 ogni 3.00”
  • 25 Max ogni 50”
  • 100 piano rip 1.00”

Almeno 400/600 sciolti/recupero per un totale di 3000/3200 (poi dipende da quante volte fate la serie centrale…

Soglia=Soglia Anaerobica

B2=Massimo consumo di ossigeno

Se ci fate caso tolti i 25 forti il resto è come una progressione e le indicazioni “aerobico”- “soglia”-“B2” danno il riferimento dell’andatura, per i meno esperti direi Medio-Medio/alto-Forte.

Fatemi sapere😜

NB: VI PREGO DI NON AVVENTURARVI IN ALLENAMENTI COME QUESTI SE NON SIETE COPERTI DA TUTELA SANITARIA AGONISTICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *